Migliori smartphone economici: gli smartphone low-cost da acquistare nel 2019

Abbiamo raccolto in un unico articolo i migliori smartphone low cost da acquistare in questo preciso momento

0

Guida all’acquisto aggiornata a Giugno 2019

Oggi come oggi non c’è bisogno dell’acquisto di un top di gamma per le attività più comuni quali navigazione web, social network e riproduzione multimediale. Dal momento che il mercato è saturo di smartphone economici, in questo articolo abbiamo classificato, in maniera del tutto oggettiva, i cellulari economici migliori da scegliere e acquistare in questo preciso momento.

In passato, il termine “il miglior smartphone economico” era più un avvertimento che una proposta allettante, vista la scadente qualità costruttiva, le prestazioni aberranti e componenti hardware ormai passate.

Ma il passato è passato, fortunatamente, e oggi il mercato abbonda di smartphone economici ma buoni e prestanti.

>> Clicca qui per andare direttamente alla classifica dei migliori smartphone economici del 2019

 

Scelta di uno smartphone economico: quali fattori considerare?

Scegliere lo smartphone a poco prezzo perfetto non è facile, ci sono infatti numerosi fattori da considerare. Prima di acquistarne uno, consigliamo di assicurarvi di aver considerato ogni singolo aspetto, quindi per rendere la selezione un poco più semplice, abbiamo evidenziato i fattori principali che dovete attentamente valutare.

Sistema operativo

In termini di sistema operativo, non c’è molta scelta in questa fascia di prezzo: ci sono solo smartphone economici Android. Non preoccupatevi, però: è molto facile da usare (anche per i più principianti). Assicuratevi soltanto che arrivi con le versioni più recenti, poiché quelle più vecchie potrebbero non essere più supportate da aggiornamenti regolari.

Display

I telefoni più costosi sono dotati di display eccellenti, e solitamente più grandi, ma anche spendendo meno di 300€ si possono trovare smartphone economici con pannelli di ottima qualità.

Ormai tutti gli smartphone a basso costo offrono la risoluzione Full HD (o Full HD+) e la tecnologia LCD. Tuttavia, stiamo iniziando a vedere sempre più display AMOLED (nettamente superiori) nella fascia più bassa del mercato (vedi i telefoni economici Samsung), che offrono una resa cromatica ancora migliore e neri molto più profondi.

Prestazioni e connettività

I telefoni economici, come suggerisce il nome, non sono dotati di hardware di fascia alta, ma questo non vuol dire che le loro prestazioni siano malvagie, anzi. Stiamo iniziando a vedere chip sempre più veloci, in ogni fascia di prezzo.

Per avere una buona idea di cosa aspettarsi dalle prestazioni di un telefono non basta però guardare la velocità di clock della CPU e il quantitativo di RAM: l’ottimizzazione software gioca infatti un ruolo ormai fondamentale. In tal senso, vi consigliamo di approfondire leggendo le nostre recensioni allegate ad ogni singolo dispositivo.

Uno smartphone deve anche comunicare con il mondo esterno, quindi non è assolutamente di secondaria importanza la valutazione della presenza del Wi-Fi dual band, del Bluetooth, dell’NFC e della connettività con le reti mobile.

Fotocamera

Negli ultimi anni il comparto fotografico ha assunto un ruolo sempre più decisivo nella scelta di uno cellulare economico. Ma come valutare questo aspetto? In primis, è importante notare che buone prestazioni della fotocamera non corrispondono ad un semplice conteggio di megapixel.

Prima di tutto è importante verificare la qualità del sensore posteriore principale, dopo di che, noi di Digital Talkers, preferiamo dispositivi che offrono maggiore versatilità di utilizzo, magari con una grandangolare o un teleobiettivo. C’è da valutare poi anche l’ottimizzazione software, sempre più al centro della nostra attenzione.

Autonomia

La durata della batteria è, per alcuni (me compreso), uno degli aspetti cruciali nel definire un telefono low cost, e non, buono o meno. Nella scelta del vostro prossimo dispositivo, sconsigliamo l’acquisto di un modello con meno di 3000 mAh: in linea di massima, più alto è il numero, più a lungo puoi aspettarti che la batteria duri con una singola carica.

Anche in questo caso però, l’ottimizzazione software gioca un ruolo primario: ci sono smartphone con 4000 mAh che riescono a garantire una autonomia superiore rispetto ad un altro con 5000 mAh, ad esempio.

Storage

Fino ad un paio di anni fa potevano bastare anche 16 GB di memoria interna. Oggi, visto l’utilizzo che ne facciamo, il quantitativo minimo consigliato è di 32 GB, meglio di 64 GB. Inoltre, in base alle proprie esigenze, è importante verificare o meno la possibilità di espandere la memoria interna con una scheda microSD.

 

Migliori smartphone economici del 2019

Ok, senza perdere altro tempo, ecco la nostra classifica dei migliori smartphone low cost da acquistare in questo preciso momento:

Xiaomi Mi A2 Lite

lo smartphone più economico consigliato

Lo Xiaomi Mi A2 Lite è lo smartphone più economico della classifica, il quale è al top nella classifica vendite di Amazon da mesi. Combina una qualità costruttiva decente (totalmente in metallo) con un display adeguato, buone prestazioni a tutto tondo e un trio di fotocamere ben congegnato.

Questa variante Lite presenta un pannello da 5,84 pollici Full HD+ a 19:9 con notch (la famosa tacca di iPhone X), una doppia fotocamera nella parte posteriore e prestazioni realmente utilizzabili nel contesto quotidiano. Con 64 GB di spazio di archiviazione e la possibilità di aggiungere una scheda MicroSD fino a 256 GB senza sacrificare il supporto dual-SIM, Mi A2 Lite è uno smartphone Android economico eccellente.

Manca purtroppo l’NFC ma ci dimenticheremo presto di questo difetto se consideriamo anche l’ottima ottimizzazione software (non c’è la MIUI ma Android 9 Pie stock) e la batteria da 4000 mAh che riesce ad offrire fino a 2 giorni di utilizzo.

Redmi Note 7miglior smartphone economico del momento

Catalogato come il best buy del 2019, il Note 7 è il primo cellulare economico ufficializzato da Redmi dopo aver ottenuto l’indipendenza da Xiaomi. Questo dispositivo rispetta a pieno le premesse, anzi le supera, non avendo particolari difetti durante il nostro periodo di prova. L’unico neo è la luminosità automatica volta eccessivamente al risparmio, per il resto è il telefono economico da comprare.

Ha un ampio display da 6,3 pollici che, grazie alle cornici ridotte e al notch a goccia, sta bene in mano. Ha due fotocamere posteriori da 48 + 5 MP che grazie alla tecnologia Super Pixel offre scatti qualitativi in output da 12 MP (4 pixel in 1). Come SoC troviamo lo Snapdragon 660, un medio gamma che difficilmente troviamo a questo prezzo, e per finire non pecca neanche in autonomia, visto e considerato che i suoi 4000 mAh permettono anche quasi 2 giorni di utilizzo “standard”.

C’è poi il Wi-Fi dual band, il Bluetooth 5.0, la porta ad infrarossi, la banda 20 (4G+ fino a 450 Mbps) e il jack per le cuffie. Manca l’NFC. Disponibile nelle due versioni da 3/32 GB o 4/64 GB.

Leggi la nostra recensione del Redmi Note 7

Samsung Galaxy M20

miglior smartphone low cost per autonomia

Era da tempo che non vedevamo uno smartphone Samsung economico (ma anche su qualsiasi fascia di prezzo) con una batteria che permettesse di raggiungere i 2 giorni di utilizzo senza particolari difficoltà (ben 5000 mAh).

Non è sicuramente il telefono più reattivo nell’articolo, anche perchè non monta ancora la nuova One UI, ma non ha particolari difetti, e c’è anche la grandangolare.

Supporta il 4G+ fino a 600 Mbps, è presente il Bluetooth 5.0, il jack per le cuffie e l’NFC, ma manca il Wi-Fi dual band (niente banda da 5 GHz). E’ disponibile nell’unica configurazione da 4/64 GB.

Leggi la nostra recensione del Samsung Galaxy M20

Samsung Galaxy A50

best seller di fascia economica samsung

Forse il vero best buy del 2019 in casa Samsung, questo nuovo A50 è arrivato in Italia silenziosamente, ma è già diventato uno dei protagonisti nelle classifiche degli smartphone più venduti. Ma non è un caso.

Per meno di 300€, è possibile mettere le mani su un Infinity-U Display Super AMOLED da 6.4 pollici Full HD+ con notch a goccia, è dual SIM (con 3 slot), ha 3 fotocamere posteriori (compresa la grandangolare), registra in 4K, ha l’NFC e una batteria da 4000 mAh.

Non ha particolari difetti, se non la scocca in plastica e il lettore biometrico montato direttamente sotto il display non sempre preciso e veloce.

Motorola Moto G7 Plus

miglior smartphone economico per completezza della scheda tecnica

Tra i telefoni Android economici, la serie Moto G di Motorola ormai la conosciamo molto bene: ogni anno vengono offerti una serie di smartphone economici per tutte le tasche ed esigenze. Non poteva manca di certo nella classifica questo Moto G7 Plus, un telefonino economico conveniente, non tanto per le potenza nuda e cruda, quanto per il pacchetto complessivo offerto.

Non ha particolari mancanze: ha un ampio display da 6,2 pollici Full HD+, scatta belle foto, ha l’OIS, la radio FM, l’NFC, la porta Type-C, due slot per le sim dedicati più un terzo per l’espansione dello storage e la ricarica rapida a 27 W. Inoltre non perde il jack da 3,5 mm e introduce l’audio stereo.

HUAWEI P30 Lite

tra i migliori smartphone economici per fotocamere

Uno dei motivi per cui abbiamo inserito questo HUAWEI P30 Lite fra i migliori smartphone economici del momento è senza ombra di dubbio per le sue prestazioni. E’ rapido, fluido, non presenta mai impuntamenti e lag, anche su titoli come PUBG o Asphalt 9: Legends.

Altro motivo è il comporto fotografico, costituito dalla camera frontale da 24 MP f/2.0 ma soprattutto dalle 3 fotocamere posteriori (48 + 8 + 2 MP) tra le quali trova spazio anche il sensore ultra grandangolare il quale offre scatti diversi dal solito, per una versatilità generale più che apprezzata.

Forse l’unica pecca è il display solo LCD, anche se di ottima qualità, ma se consideriamo il pacchetto offerto (c’è anche l’NFC) non possiamo assolutamente non consigliare questo smartphone low cost.

Leggi la nostra recensione del HUAWEI P30 Lite

 

Conclusione

Al giorno d’oggi non manca la scelta, anche se si vuole spendere meno di 300€. Gli smartphone economici evidenziati nel paragrafo precedente rappresentano il meglio attualmente in commercio se non si vuole spendere troppo per un prodotto che, inevitabilmente, dovrà essere sostituito dopo un 2-3 anni.

Ma questa è la bellezza di un dispositivo che costa un terzo dei modelli top: offre il 90% di quello che costa e può essere sostituito con meno sensi di colpa.

Sicuramente si deve rinunciare a funzionalità più avanzate come l’impermeabilità e la ricarica wireless, o a set di fotocamere di alta qualità, tuttavia chi non cerca il dettaglio può comunque mettere le mani su uno smartphone che ha ben poco di economico in senso stretto.

Potrebbero interessarti anche queste guide all’acquisto correlate:

Leave A Reply

Your email address will not be published.