Come stampare da Android, con e senza stampante Wi-Fi

0

Ormai il bisogno di stampare dei documenti è sempre meno una necessità. Smartphone, tablet, Wi-Fi, firme digitali e cloud permettono di portare, firmare e visionare documenti ovunque.

Tuttavia, sapere come stampare da Android (smartphone o tablet) direttamente, senza dover passare ogni volta un documento su un PC, può essere molto utile. Specialmente se può capitare di avere la necessità di stampare all’improvviso un testo, un contratto o un foglio di calcolo.

Per poter stampare direttamente dal vostro smartphone o dal vostro tablet ci sono diverse modalità. Si possono collegare i device ad una stampante collegata ad un PC, via cavo, rapidamente. Oppure potete collegare il vostro smartphone e una stampante in un’unica rete, in modo da poter stampare qualunque cosa con qualunque stampante.

INDICE DEI CONTENUTI

Come stampare da Android su stampante Wi-Fi

come stampare da smartphone android

Stampare da Android su una stampante Wi-Fi è estremamente semplice. Dalle versione 5.0 di Android, infatti, è possibile aggiungere al sistema operativo del vostro dispositivo dei plugin di stampa.

I plugin di stampa sono dei veri e propri driver con il quale il vostro device sarà in grado di connettersi alle stampanti collegati ad una linea internet. La stampante può essere collegata al modem tramite Wi-Fi o cavo Ethernet in condivisione di rete.

I plug-in vanno scelti in base al modello di stampante, e vanno scaricati ed installati come una qualunque altra applicazione. Qui potete trovare i plugin delle marche più famose di stampanti:

Per poter stampare attraverso i plugin non dovrete fare altro che aprire un file all’interno di un’app, cliccare su Condividi o Invia e scegliere il plug-in della stampante di riferimento. Ovviamente, la stampante e il device dal quale volete stampare devono essere collegati sulla stessa rete domestica.

Con app ufficiali

Per stampare da smartphone Android (o tablet) è possibile anche sfruttare la connettività wireless delle stampanti. Alcune, ormai, posseggono anche una funzionalità chiamata NFC, con la quale è possibile avvicinare lo smartphone al sensore della stampante e dare il via alla stampa. Ovviamente è un’opzione solo per i modelli più nuovi, per le vecchie stampanti è possibile stampare solamente tramite il cavo USB di collegamento.

Per poter utilizzare al meglio le nuove funzionalità delle stampanti la cosa migliore è installare sul vostro dispositivo delle applicazione. Si tratta di applicazioni ufficiali, e gratuite, per gestire i processi di stampa. Ce ne sono di specifiche per le varie tipologie di stampanti, a seguire le più famose:

Una volta scaricata e installata l’applicazione potrete accedere ad opzioni di stampa avanzate, limitate opzioni di modifica delle immagini e tutte le opzioni possibili per le diverse tecnologie di connessione.

Con Google Cloud Print

Un altro modo per stampare da tablet Android ( o smartphone) è quello di utilizzare Google Cloud Print. Si tratta dell’applicazione ufficiale di Google per la stampa da dispositivi mobili Android, smartphone o tablet, oppure da computer portatili quali i Chromebook.

[appbox googleplay com.google.android.apps.cloudprint]

L’applicazione di stampa di Google è basata sul browser proprietario Google Chrome. Il browser è in grado di attivare online le stampanti collegate al computer e quindi renderle accessibili ad ogni dispositivo anche quando siamo fuori casa. Sembra macchinoso, ma il funzionamento è in realtà molto semplice.

Per prima cosa apriamo Google Chrome, digitate nella barra di ricerca chrome://devices e premete Invio. Si aprirà una pagina nella quale potrete aggiungere le stampanti della vostra rete cliccando sul tasti Aggiungi stampanti.

Una volta aggiunta la stampante, non vi resta che installare sul vostro dispositivo Android l’applicazione Cloud Print così da poter stampare un file dal vostro dispositivo alla stampante predefinita ovunque voi siate.

Ovviamente, la stampante dovrà essere collegata all’account Google che utilizzate sul dispositivo e dovrà essere accesa e collegata alla rete internet.

Per poter stampare documenti aperti in altre applicazioni o pagine web non dovrete fare altro che cliccare sul tasto Condividi, presente in ogni applicazione, e inviare il file all’app Cloud Print.

Un altro grande vantaggio di Cloud Print è il fatto che è possibile dare la possibilità, momentanea o meno, anche ad altri account Google di stampare con la vostra stampante. In questo modo, se qualcuno deve mandarvi un file da stampare, può stamparlo direttamente attraverso la vostra stampante.

Come stampare da Android su stampante non Wi-Fi

Stampare attraverso internet è sicuramente più comodo e veloce, ma bisogna sapere anche come stampare dal cellulare Android (o tablet Android) su stampante non Wi-Fi nel caso internet non fosse disponibile o non ci sia nel momento in cui dovete stampare qualcosa, se avete il documento in offline o se non avete un computer a portata di mano.

In pratica, come è possibile stampare con un dispositivo Android tramite cavo USB? Semplice, basta scaricare un’applicazione chiamata PrinterShare, gratuita e disponibile direttamente sul Play Store.

[appbox googleplay com.dynamixsoftware.printershare]

Avviate l’applicazione ed entrate nella schermata principale, qui troverete tutte le opzioni che vi elencano cosa potete stampare: immagini, documenti, pagine web (che verranno aperte in un browser interno all’app), messaggi, contatti, email e registri chiamate.

Per configurare la modalità di stampa che preferite con una determinata stampante, dovrete cliccare sul pulsante Selezione la prima volta che la utilizzate. Vi si aprirà una schermata di 5 opzioni:

  • Locale-WiFi
  • Locale-Bluetooth
  • Locale USB
  • Stampante Google Cloud
  • Stampante Remota

Quello che vi interessa è Locale-USB.

stampare da Android via usb

La prima cosa da fare è collegare il vostro dispositivo alla stampante, cliccare su Locale-USB e confermare la connessione al dispositivo. Ora dovrete autorizzare PrinterShare a scaricare i driver pack in modo da riconoscere la stampante al quale è collegato il vostro dispositivo.

Scaricati i driver e configurata la stampante potrete stampare senza problemi. Andate nella schermata principale dell’applicazione, scegliete il file che intendete stampare e selezionatelo. Vi si aprirà un’anteprima con opzioni riguardo l’impaginazione e, una volta scelte, non dovrete fare altro che cliccare su Stampa.

Se tutto sarà stato configurato a dovere, la stampa avverrà entro pochi istanti. Una delle comodità di PrinterShare, a prescindere dalla modalità di stampa, è che una volta installata funge da plugin generale.

Potrete stampare qualsiasi file dalla Galleria, dalle cartelle, dalle applicazioni o da un File Manager. Non dovrete fare altro che cliccare su Stampa, in modo da attivare un popup di PrinterShare che avvierà l’applicazione e, in automatico, la stampa del documento desiderato.

Leave A Reply

Your email address will not be published.