Logitech G502 Proteus Spectrum recensione

0

Logitech è un’azienda svizzera con una lunga storia alle spalle nel mondo del gaming, dai mouse alle tastiere, dalle webcam agli altoparlanti. Oggi daremo un’occhiata al mouse da gioco Logitech G502 Proteus Spectrum, predecessore del Proteus Core, nonché aggiornamento evolutivo volto all’integrazione dell’illuminazione RGB personalizzabile.

Design

Misurando 13,2 x 7,5 x 4,0 cm. (A x L x P), il Proteus Spectrum rimane in gran parte invariato rispetto al suo predecessore per quanto riguarda la posizione dei pulsanti, il colore e il design complessivo. L’unica differenza percepibile è che lo Spectrum vanta un design completamente nero, fatta eccezione per la rotella di scorrimento grigio scuro e un indicatore dei dpi color argento.

Logitech G502 Proteus Spectrum impugnatura laterale

Presenta una finitura opaca sul corpo e sui pulsanti sinistro e destro, che dopo più di 3 settimane di utilizzo intenso reggono bene contro il sudore e il grasso delle dita. Il resto degli 11 pulsanti programmabili, inclusa la rotella di scorrimento, ha una finitura lucida.

Entrambi i lati del mouse hanno impugnature in gomma texturizzata, mentre il lato sinistro presenta anche una comoda scanalatura per il pollice con tre pulsanti: avanti e indietro sopra il pollice e il pulsante DPI (per passare istantaneamente e temporaneamente da una impostazione all’altra). L’unico svantaggio potenziale è che il solco e la posizione dei pulsanti rendono lo Spectrum un mouse inutilizzabile per mancini.

Logitech G502 Proteus Spectrum lato 2

Continuando a parlare dei pulsanti programmabili, troviamo due pulsanti di regolazione della sensibilità, a sinistra del pulsante sinistro del mouse, per aumentare o diminuire i DPI. Sotto la rotella di scorrimento ci sono altri due pulsanti: il pulsante in alto modifica il feed di scorrimento della rotella, mentre mentre quello inferiore consente di “navigare” fra i tre profili di gioco che è possibile impostare nel software proprietario Logitech. La rotella di scorrimento dual-mode stessa è rigata, il che aiuta a scorrere con precisione e può essere fatto clic in tre direzioni (sinistra, destra e al centro).

Logitech G502 Proteus Spectrum tasto centrale

Il mouse pesa 121 g. (168 g. incluso il cavo), rendendolo più pesante rispetto ai concorrenti come il Corsair M65 PRO RBG (115 g.), ma leggermente più leggero del Razer Mamba Tournament Edition (133 g.). Presentato come mouse personalizzabile, viene fornito con una scatola di plastica contenente cinque pesi da 3,6 grammi ciascuno, per un totale di 18 grammi che puoi aggiungere tramite una copertura magnetica situata nella parte inferiore del mouse.

Se preferisci che il tuo mouse sia più pesante al centro, per esempio, o più sintonizzato verso il palmo, è facile sperimentare. Ho provato il mouse con varie configurazioni di peso: è difficile tra 2 o 3 pesi, c’è invece un cambiamento evidente tra 0 e 4-5 pesi.

Logitech G502 Proteus Spectrum pesetti

La più grande differenza dal Proteus Core è l’aggiunta della illuminazione RGB personalizzabile nel Proteus Spectrum. Sebbene sia possibile utilizzare il software per impostare diversi profili ed effetti di illuminazione, non c’è una vera ragione nel farlo. Le uniche parti LED del mouse sono il logo della serie G sul corpo del mouse, che è quasi sempre coperto dal palmo della mano, e l’indicatore del profilo dei DPI.

retroilluminazione rgb

Software

Il software Logitech per il G502 Proteus Spectrum offre una miriade di opzioni per la messa a punto e la personalizzazione del mouse. Le configurazioni possono essere memorizzate sul mouse stesso tramite la memoria integrata.

Anche se all’inizio il tutto può risultare complicato, ho scoperto che le varie impostazioni sono estremamente facili da regolare. La maggior parte delle persone potrebbe semplicemente modificare una o due cose, come la gamma dei DPI. Ciò ti consente di cambiarli al volo dall’alto verso il basso a seconda che tu stia correndo e sparando.

Puoi impostare fino a cinque valori per singolo profilo di gioco (3 profili al massimo), con un valore massimo di 12.000 DPI (a saltelli di 50 DPI), con la possibilità di scegliere con quale pulsante personalizzabile alzarli o abbassarli.

profili personalizzati per i dpi

Un’altra caratteristica del software Logitech che mi è veramente piaciuta è chiamata “Regolazione in base alla superficie”, e si tratta di una procedura guidata che consente al mouse di esaminare la superficie e configurarsi per funzionare in modo ottimale, indipendentemente dal fatto che si tratti di un tavolo o di un mousepad. Esistono impostazioni predefinite per i tappetini Logitech G240 – G440 – G640, ma è possibile aggiungere regolazioni per qualsiasi tappetino di qualsiasi marca e superficie. È davvero scorrevole, e il processo di configurazione è semplicissimo.

sincronizzazione con tappetino

Infine c’è l’illuminazione RGB, che sembra un must per qualsiasi periferica venduta in questi ultimi anni. Come già accennato, l’unica parte illuminata è la grande G sul corpo principale e l’indicatore DPI. Il colore, la luminosità, la velocità e gli effetti (ciclo colori o dissolvenza ciclica) possono essere modificati e salvati secondo per i 3 profili esistini. Puoi anche sincronizzare l’illuminazione con altri dispositivi Logitech come tastiera, cuffie o mousepad, se RGB anche questi.

Nel complesso, l’illuminazione di questo mouse non aggiunge molto all’esperienza, soprattutto perché la nostra mano copre ogni illuminazione. Veramente superficiale illuminare ciò che viene nascosto durante l’utilizzo vero e proprio.

rgb per dpi e logo g pro

Prestazioni

Nei il mio personale utilizzo, lo Spectrum è risultato comodo e reattivo sia per i giochi che per l’uso quotidiano. Durante i test con Fortnite, sono stato in grado di sfruttare al meglio i pulsanti programmabili i quali, per la maggior parte, sono ben posizionati, specialmente quelli situati vicino al pollice. Personalmente ho scoperto che, a causa della loro posizione, i pulsanti di regolazione dpi preimpostati richiedono concentrazione per essere usati efficacemente. Se non stai attento, può capitare di premete accidentalmente il pulsante sinistro del mouse, quando tutto ciò che vuoi fare è aumentare o diminuire i DPI. Fortunatamente, è facile riassegnare queste funzioni ai pulsanti che ritieni più intuitivi. Il pulsante DPI, che utilizzo per la mira di precisione, è facile da raggiungere, e la sua posizione appena oltre la punta del pollice impedisce qualsiasi clic involontario.

Verdetto

Il Logitech G502 Proteus Spectrum è un mouse da gaming ben costruito, ergonomico, con un sacco di funzioni utili e prestazioni eccellenti. Il software consente di effettuare regolazioni che possono essere sia radicali che superficiali, e i pesi inclusi sono un bel tocco che migliora ulteriormente la precisione. Invece penso che l’illuminazione RGB sia stata inserita con troppa superficialità. Tuttavia, ho apprezzato le funzionalità, l’attenzione ai dettagli e la suite software.

Leave A Reply

Your email address will not be published.