Jabra Elite Sport recensione

8.5

Gli Jabra Elite Sport sono degli ottimi auricolari sportivi true wireless. Buoni i materiali, non cadono mai dalle orecchie. Ottime le prestazioni, offrono una resa sonora coinvolgente e totalmente personalizzabile; da considerare l'autonomia complessiva di circa 13-14 ore. L'unico vero difetto? Possono affaticare l'orecchio dopo 2-3 ore di utilizzo continuo.

  • Voto 8.5
Offerta

Recensione Jabra Elite Sport

Gli Elite Sport sono il primo punto di contatto fra Jabra e il mondo degli auricolari true wireless. Ma non contenta di aver tolto al 100% i fili, Jabra ha anche aggiunto un cardiofrequenzimetro integrato, una caratteristica che abbiamo già incontrati in auricolari Bluetooth classici ma una novità in questa categoria.

Leggi anche: Migliori auricolari true wireless

Detto questo, vi illustro in questa recensione cosa ne penso di questi Jabra Elite Sport (modello aggiornato).

Design

Gli auricolari sono abbastanza grandi ma non sporgono dalle orecchie. Il bocciolo di destra è quello principale e ospita il sensore dei battiti cardiaci e i controlli multifunzione per rispondere o rifiutare le chiamate, riprodurre o mettere in pausa la musica o per consultare l’app Jabra Sport. L’auricolare secondario ospita i controlli per regolare il volume e saltare le tracce.

E’ possibile utilizzare in solitaria solo l’auricolari principale (destro); la musica viene riprodotta in mono in questo caso, per un’esperienza musicale ancora godibile.

I due auricolari comunicano tra loro tramite induzione magnetica e l’auricolare secondario si accende automaticamente quando si trova entro il raggio dell’auricolare principale. L’auricolare principale si connette allo smartphone via Bluetooth 4.1.

La stabilità nelle orecchie è sempre un punto cardine quando si parla di auricolari orientate al fitness, wireless o meno, e gli Jabra Elite Sport non deludono affatto. Sono dotati di 6 paia di inserti differenti, 3 in silicone e 3 in memory foam, più 3 paia di “ali” per una maggiore stabilità.

Quelli in silicone non offrono tanto isolamento, ideali quindi su strada per una migliore consapevolezza. D’altra parte, gli inserti in memory foam bloccano molto più rumore esterno, il che è ottimo se ti alleni in una palestra rumorosa. L’unica criticità (degli auricolari) è che causano affaticamento dopo 2-3 ore di utilizzo, quindi non li consiglio per un lungo viaggio in treno, ma più per delle sessioni di allenamento standard.

Ho trovato poi molto utile la modalità “HearThrough“, la quale sfrutta i microfoni per percepire i rumori esterni. È possibile configurarla per percepire i rumori esterni con musica accesa o spenta. Ottima per avere una conversazione senza dover rimuovere gli auricolari o per non perdere una fermata in treno.

Come già accennato, ci sono 3 paia di ali in 3 diverse dimensioni: per mia esperienza, con quelle medie non mi è mai capitato di perdere un auricolare (li ho indossati sia per la corsa che per l’allenamento in palestra).

Come ci si aspetterebbe, sono resistenti all’acqua (IP67), quindi il sudore non è un problema.

App e funzionalità

Le prestazioni della connettività Bluetooth sono state eccellenti in ogni mio test, in ogni contesto sono rimasti costantemente connessi per tutto il tempo.

Lo stesso si può dire del tracciamento del fitness. Poiché gli Elite Sport utilizzano il segnale GPS del telefono per tracciare le corse, tramite l’app Jabra Sport, sono affidabili e coerenti come uno orologio GPS. Lo stesso vale per il sensore della frequenza cardiaca. Rispetto ai dati raccolti dal mio Polar M430, questi Jabra hanno offerto un andamento praticamente identico.

Prima di iniziare un qualsiasi percorso di allenamento, è possibile eseguire uno dei 5 test disponibili in modo che l’app abbia dei dati (tipo benchmark) su cui basare i suoi calcoli. Tra questi, vorrei citare il test del VO2max, il test di Cooper e la frequenza cardiaca ortostatica come test di sovrallenamento.

Durante lo sport, si possono ricevere degli aggiornamenti audio che ci informano sui progressi: questi posso essere disattivati, si può scegliere quando riceverli (ogni tot minuti, ogni tot chilometri) oppure si possono scegliere le metriche su cui ricevere un aggiornamento.

Resa sonora

Per essere degli auricolari così compatti, c’è una quantità generosa di bassi, il quantitativo adeguato per dare la giusta carica durante gli allenamenti. Vista la natura di questi Jabra Elite Sport, non offrono chiaramente un profilo bilanciato da audiofilo, mi piace però il fatto che i bassi non infanghino il resto delle frequenze. Gli alti e i medi sono piacevoli, e aiutano a creare un profilo caldo e coinvolgente.

Come se non bastasse, è possibile “giocare” con l’equalizzatore di base (EQ) o usare l’equalizzatore avanzato che permette di regolare i canali individualmente.

Forse non sorprende, considerando l’esperienza di Jabra, ma le prestazioni durante le chiamate sono eccezionali. Anche se gli auricolari sono così compatti, la mia voce è stata riprodotta con estrema chiarezza, a detta dei miei interlocutori. All’interno di ogni auricolare ci sono due microfoni, uno per “catturare” la mia voce e uno adibito alla cancellazione dei rumori di fondo.

Autonomia

Parte del motivo per cui Jabra ha lanciato una versione di Elite Sport è stata quella di fornire una migliore durata della batteria. La società afferma che ora questi auricolari riescono a fornire il 50% di autonomia in più rispetto al modello precedente.

Sempre secondo l’azienda, una carica completa garantisce fino a 4,5 ore di riproduzione continua; inoltre, la custodia fornisce 2 cariche extra, per 13,5 ore di riproduzione totale.

Per stimare l’autonomia non ho effettuato alcun test analitico in quanto il risultato può variare in base al volume e in base alle funzioni attive. Ad ogni modo posso dire con estrema tranquillità che auricolari e base di ricarica al 100% riescono a coprire 2 mie settimane di utilizzo, ovvero 4 allenamenti a settimana da circa 1 ora e mezza ciascuno, per un totale di 8 allenamenti e 12 ore di riproduzione musicale, più o meno, lasciando comunque un residuo di carica.

Per una carica completa, la base di ricarica (auricolari all’interno) necessita di circa 2 ore; questa, fortunatamente, NON ha un attacco proprietario ma la classica porta microUSB.

Verdetto

Se desideri un paio di auricolari totalmente senza fili per tracciare l’allenamento, senza problemi di connettività e dall’ottima autonomia, non posso che consigliare l’acquisto di questi Jabra Elite Sport.

L’unica vera critica è che sono scomodi da indossare per ore e ore, ma recuperano ampiamente offrendo prestazioni superiori alla concorrenza, anche in termini di stabilità

Nel complesso, i Jabra Elite Sport sono per ora l’unica opzione degna di nota per il fitness. Un suono eccezionale, una perfetta aderenza e dati di allenamento accurati, con qualche piccolo compromesso.

Offerta
SEGUICI SUI SOCIAL: Facebook - Instagram - Telegram
Potrebbe piacerti anche